Novo Umberto Maerna 2012 “Sostenibilità e tradizione” 2017-11-02T14:42:04+00:00

Novo Umberto Maerna 2012 “Sostenibilità e tradizione”

Rafforzare la sostenibilità ambientale è un’azione eminentemente culturale. La cultura della sostenibilità passa soprattutto attraverso i giovani e la loro sensibilità per costruire un ambiente più pulito, partendo dai comportamenti quotidiani di ognuno di noi. I giovani devono essere vigili e attori di comportamenti più rispettosi per l’ambiente per tutelare la loro e la nostra salute.
Ecco perché ospitare presso lo Spazio Oberdan della Provincia di Milano la mostra “Mutazioni Plastiche” significa rispondere con coraggio alle sfide che la crisi attuale sta imponendo alla nostra Nazione: Caterina Tosoni è un’ artista contemporanea che propone un linguaggio a metà tra la scultura e l’installazione, e muove la sua ricerca verso temi sociali come l’ecologia e l’utilizzo dei materiali di riciclo.
Sta proprio qui la scommessa implicita alla nostra scelta: riuscire a portare all’attenzione di un pubblico affezionato, come quello che segue le iniziative dello Spazio Oberdan, un’artista che opera al di fuori di certe logiche ormai sedimentate nell’arte contemporanea. Parlare, anche attraverso l’arte, del valore di una pratica per anni rinnegata – e invece quanto mai vicina alla cultura popolare – come quella del riciclo significa collocarsi al di fuori delle logiche del mercato, che impongono continuamente l’acquisto di nuovi beni. Attraverso il riutilizzo di materiale plastico, l’artista crea il suo universo artistico: gli oggetti di uso quotidiano si compongono in numerose forme, dalle carte geografiche, alla riproduzione di statue antiche, restando però intatti e riconoscibili. I colori accesi e uniformi legano con un filo diretto le opere di Caterina Tosoni alla cultura pop, con una critica al consumismo esasperato. Paesaggio, sviluppo sostenibile, visione del futuro: attorno a queste tre parole chiave ruota la mostra. L’artista ci porta indirettamente anche ad analizzare il rapporto tra modernità e sostenibilità : gli elementi di una nuova relazione tra paesaggio, uomo e architettura. Difendendo l’ambiente non si hi, ma si difendono anche degli elementi valoriali: Comunità, Identità, Senso dell’Origine e Tradizione.